Assistenza domiciliare

L’obiettivo di fondo è quello di assicurare al malato oncologico, pur nei limiti posti dalla malattia, la migliore possibile qualità della vita e il rispetto della sua dignità.

A questo scopo l’Associazione svolge dal 1996 attività di assistenza domiciliare gratuita.

Con l’inizio del 2005, grazie all’impegno del Servizio ADI della Zona territoriale 13 costantemente volto a perfezionare e ad ampliare i contenuti dell’assistenza domiciliare, vengono offerte ai malati oncologici, accanto alle prestazioni sanitarie, quelle di una equipe di professionisti messa a disposizione dall’Associazione, coordinata da un medico esperto in cure palliative e composta da psicologa-psicoterapeuta, fisioterapisti, addetti alla pulizia della persona e volontari.

Questa integrazione fra Sanità pubblica e Associazione si realizza nella città di Ascoli Piceno e nella Vallata del Tronto, Comunità Montana.

Si tratta di prestazioni domiciliari totalmente gratuite per l’assistito, fornite sulla base di apposita convenzione con l’ASUR Area Vasta n.5.

Per attivare questa assistenza è necessario che il medico di famiglia, il cui ruolo resta centrale, la richieda con l’apposito modulo al Servizio ADI.

Questo servizio, sempre gratuitamente, è offerto anche a malati non in regime ADI, al di fuori della convenzione con lASUR Area Vasta n.5: in questo caso occorre rivolgersi direttamente alla Segreteria dell’Associazione (tel/fax: 0736 358406).

L’Associazione mette pure a disposizione dei malati presidi quali letti ospedalieri, carrozzine, materassini antidecubito, deambulatori, piantane, ecc.

Recupero donne operate al seno

Maratona del 22/05/2011 a Roma

Maratona del 22/05/2011 a Roma

Ogni anno l’Associazione realizza il progetto “Pentesilea ” finalizzato al recupero psico-fisico delle donne operate di cancro al seno, ma aperto a tutte le donne perché, oltre a costruire un percorso personale di superamento della malattia, vuole offrire un itinerario di educazione alla prevenzione che, attraverso la condivisione, rimuova la paura.

Pentesilea trasforma un’ esperienza drammatica in uno strumento di crescita attraverso la teatroterapia, la danza-movimento-terapia e l’automutuoaiuto sotto la guida di una psicologa-psicoterapeuta.

Pentesilea offre alle donne

  • la certezza di trovare ascolto e risposte qualificate
  • l’uscita dalla condizione di solitudine
  • la possibilità di esprimere liberamente emozioni, paure, bisogni
  • il rafforzamento dell’autostima;
  • la capacità di far fronte anche a condizioni fisiche difficili
  • una presenza più attiva nelle relazioni familiari e sociali

I risultati del progetto, la cui portata può essere compresa soprattutto attraverso le testimonianze di chi ad esso ha partecipato, sono stati davvero eccellenti.

Prevenzione

L’attività di prevenzione è rivolta soprattutto ai giovani, attraverso incontri nelle scuole, e alle categorie svantaggiate.

In questa materia si segnalano tre iniziative (per le quali si rinvia alla sezione “Progetti”): la Mostra “…del seno tuo tra Arte e Salute” ,”La prevenzione oncologica verso le donne”, “Lascia che il cibo sia la tua medicina”.

Supporto psicologico

L’Associazione, in stretta collaborazione con la direzione del Reparto di Oncologia dell’Ospedale Mazzoni, assicura ai malati di tumore e alle loro famiglie un supporto di tipo psicologico altamente professionale per favorire l’accettazione della diagnosi e l’adesione agli schemi terapeutici come la chemioterapia, che si protraggono anche per mesi.

Il servizio è rivolto ai malati curati in regime di day hospital nel Reparto di Oncologia ed è esteso anche a quanti vengono assistiti a domicilio gratuitamente dall’Associazione.

Corsi per volontari domiciliari

Per fare volontariato la generosità e la disponibilità sono requisiti indispensabili, è tuttavia sempre più necessaria una seria formazione per operare con efficacia in un ambito così delicato come quello dell’assistenza domiciliare dei malati di tumore. A questo scopo l’Associazione organizza, con cadenza pressochè annuale, corsi di formazione nei vari Comuni in cui opera. I corsi, naturalmente gratuiti, sono articolati in incontri tenuti da dirigenti della ASUR Area Vasta n.5, che patrocina l’iniziativa, e dai professionisti dell’equipe IOM e affrontano le seguenti tematiche: – aspetti clinici del paziente oncologico; – assistenza infermieristica al paziente neoplastico; – aspetti comunicativi e relazionali nell’assistenza al paziente oncologico; – aspetti psicologici. I corsi prevedono anche una dimostrazione pratica dell’approccio al paziente oncologico nell’ambiente familiare. Al termine del corso ogni partecipante ha un colloquio individuale con la psiconcologa dell’Associazione. In questo modo gruppi selezionati di persone motivate e preparate si affiancano ai volontari IOM già attivi da anni e si assicura il necessario turn over

Assistenza amministrativa

L’Associazione ha stipulato accordi con i Sindacati CGIL, CISL e UIL per avere l’assistenza dei loro patronati a favore delle famiglie dei malati di tumore per l’ottenimento delle pensioni di invalidità e, in generale, per pratiche amministrative.

L’Associazione è impegnata direttamente per assistere le persone che, operate di tumore, hanno subito la perdita dei capelli, nelle pratiche volte all’ottenimento del contributo regionale di 200 euro per l’acquisto di protesi tricologica. Per l’ottenimento dell’indicato contributo occorre presentare una domanda di rimborso alla Regione Marche, tramite raccomandata A/R, allegando copia della ricevuta/fattura della protesi e certificato del medico curante nel quale si attesta la patologia e la conseguente situazione di alopecia.

Viene assicurata assistenza anche per le domande di rimborso per prestazioni sanitarie e di spese di viaggio per cure sostenute fuori dal comune di residenza, che verrano poi trasmesse all’ufficio CUAT (Coordinamento Unico Amministrativo Territoriale) dell’ASUR Area Vasta n.5.