IOM Ascoli Piceno Onlus e Gomitolo Rosa donano filati e gomitoli alle donne colpite dal terremoto in occasione della “Giornata internazionale della donna”

Grande successo dell’inizitiva “Il filo e la trama” che mercoledì 8 marzo a San Benedetto, ha visto la partecipazione di numerose donne e tanto rinnovato entusiasmo per un progetto comune.
Un filo che mette insieme le storie, riannoda pezzi di vita e riprende una tradizione secolare. Un semplice filo di lana, che in questi difficili mesi post terremoto ha creato coperte, maglie, sciarpe, e anche uno spazio rassicurante e di socializzazione spontaneo tra le donne ospiti delle strutture alberghiere della costa adriatica.
Molte di loro forse nemmeno lo sapevano che questa pratica che si tramanda di generazione in generazione si chiama “Knitting Therapy”, ma adesso potranno continuare a vedersi e sferruzzare grazie ai filati a mano e gomitoli di lana donati ieri, 8 marzo, in occasione della Giornata internazionale della donna, dalle volontarie dello IOM di Ascoli Piceno, in collaborazione con l’associazione Gomitolo rosa che ha donato manufatti e gomitoli e con il sostegno delle associazioni presenti: PsyPlus Onlus, GUS Gruppo Umana Solidarietà, 180amici e INTERSOS.
“Abbiamo dato voce a una esigenza nata spontaneamente dalle donne di Arquata del Tronto”, spiega Simone Giannelli del GUS, che si è messo a disposizione, “insieme agli amici di PsyPlus”, i quali hanno lavorato inizialmente con un gruppo ristretto di donne di Accumoli, tra le prime a dare vita a questa attività.
“È stata una proposta venuta dal basso, che noi abbiamo facilitato e supportato con un lavoro di rete che ha coinvolto attori istituzionali, aziende, associazioni del territorio e cittadini”, aggiunge Rita Fiorentino responsabile coordinamento delle attività di PsyPlus. “È una soddisfazione vedere un incontro tra i piccoli gruppi di maglieria costituiti all’interno degli alberghi, che collaborano, mantenendo salda la propria identità”.
La testimonianza delle volontarie dello IOM e di Gomitolo Rosa proprio in occasione della Giornata internazionale della donna è stata preziosa e ha rappresentato un importante riconoscimento per l’impegno delle donne coinvolte nel progetto.

Scrivi un commento