CONCORSO NAZIONALE GOMITOLO ROSA 4 ARTS: LA VOLONTARIA IOM SI AGGIUDICA IL TERZO PREMIO.

vincitori del concorso gomitolo rosa 4 arts

Melina Bonanno, volontaria IOM dalle mani d’oro, ha vinto il terzo premio del concorso indetto dall’Associazione Gomitolo Rosa 4Arts. 

Con la sua opera, dal titolo “Il mondo ha bisogno di noi: insieme possiamo salvarlo” interamente realizzata con lana riciclata ha ideato un microcosmo “virtuoso” dove coabitano animali (cane), api, oggi particolarmente in pericolo ma fondamentali alla nostra sopravvivenza, vegetazione (alberi e diverse specie di fiori) ed esseri umani che interagiscono con l’ambiente circostante con rispetto e cura (vedi i bidoni della raccolta differenziata e l’annaffiatoio a cui avevo inizialmente inserito un “filo” d’acqua che poi ho eliminato nell’ottica del risparmio delle risorse energetiche) . Tra questi un bambino con un pallone che rappresenta il nostro futuro, dell’umanità e del mondo. Mondo che si trova al centro dell’opera perché il focus è sulla sua preservazione.

Per il lavoro è stata impiegata lana in gomitolo, lana grezza e del legno per realizzare la base. 

La lana è stata immersa in acqua con riso nero per ottenere il grigio, con la curcuma per il giallo, con succo di pomodoro e caffè per ottenere gli altri colori.

L’uso di varie tecniche di lavorazione ferri, uncinetto, tessitura (tappeto e giornali) ago (alcuni fiori) è stata scenata in funzione del tipo di soggetto da rappresentare.

Ad esempio per i cestini della differenziata si è cercato di filare la lana, imbottito con della lana grezza. 

Per realizzare il tappeto a terra bianco e rosso è stato creato un apposito telaio.

Il fissaggio del lavoro in lana con la base di legno, composta da due pannelli, è stato preceduto dal traforare di quest’ultime, così da consentire il fissaggio dei soggetti della scena con del filo di lana annodato sotto. Le due tavole della base sono unite anche esse con semplici nodi.

Melina giovedì 7 ottobre sarà a Roma per ritirare il premio di € 500 che devolverà alla nostra Associazione.

Di seguito una foto del manufatto. 

Il mondo ha bisogno di noi: insieme possimao salvarlo